Martedì
21:11:27
Luglio
26 2022

Cybersecurity, bucata l'Agenzia delle entrate. Furto di dati, chiesto il riscatto

View 708

word 538 read time 2 minutes, 41 Seconds

Accertamenti della Polizia postale. #LockBit ha comunicato nel dark web la notizia di aver sottratto tramite malware 78 giga byte di informazioni. La minaccia di pubblicare tutto entro 5 giorni. #Sogei smentisce, ma le indagini sono in corso.

Sogei 'Nessun furto di dati e riscatto'.

Rubati 100Gb: documenti aziendali, scansioni, rapporti finanziari, contratti". Se quanto affermato dai pirati informatici dovesse essere vero, le conseguenze dell'attacco decantato sul dark web sarebbero allarmanti. Perché ad essere stata bucata, dicono i criminal hacker di LockBit, è l'Agenzia delle Entrate: l'ente che custodisce praticamente ogni genere di dato sensibile degli italiani.

Ma la Sogei spa, il partner tecnologico dell'Agenzia, il 25 luglio sera ha spiegato che "non risultano essersi verificati attacchi cyber né essere stati sottratti dati dalle piattaforme ed infrastrutture tecnologiche dell'amministrazione finanziaria". Eppure gli hacker continuano a sostenere di avere in mano milioni informazioni. Queste dichiarazioni sono state pubblicate su La Repubbica

Da un lato c'è il più rinomato gruppo di cyber criminali, che non ha mai millantato di aver colpito obiettivi senza averlo fatto, che continua a pubblicare dati sensibili per dimostrare di avere in mano il bottino carpito all'Agenzia delle entrate. Dall'altro c'è l'Ente che si occupa della gestione dei tributi che spiega come potrebbe essere stato "bucato" il computer di un commercialista, di un esperto tributarista o di un Caf. E che quindi gli hacker potrebbero aver rubato numerose informazioni, ma non all'Agenzia delle Entrate, alla quale vorrebbero far credere di avere in mano oltre 100 giga di dati per ottenere un riscatto. Del resto non sarebbe la prima volta che i pirati informatici, almeno quelli di altre organizzazioni, millantano attacchi mai realizzati. Negli ultimi mesi, infatti, si sarebbero verificati diversi episodi simili, soprattutto ai danni di privati.

AGENZIA ENTRATE HA CHIESTO INTERVENTO SOGEI fonte ilSole24Ore

Non c’è stato alcun cyberattacco all’agenzia delle Entrate. «In merito al presunto attacco informatico al sistema informativo della fiscalità - si legge in una nota di Sogei, la società pubblica che gestisce la piattaforma dell’agenzia delle Entrate, ispetto al presunto attacco informatico al sistema informativo della fiscalità - Sogei spa informa che dalle prime analisi effettuate non risultano essersi verificati attacchi cyber né essere stati sottratti dati dalle piattaforme ed infrastrutture tecnologiche dell'Amministrazione Finanziaria. Dagli accertamenti tecnici svolti Sogei esclude pertanto che si possa essere verificato un attacco informatico al sito dell'Agenzia delle Entrate. Resta in ogni caso attiva la collaborazione con l'Agenzia per la Cybersicurezza nazionale e la Polizia Postale al fine di dare il massimo supporto alle indagini in corso».

La procura di Roma ha avviato un’indagine

Ma nonostante questo chiarimento le autorità e le forze dell’ordine proseguono gli accertamenti e la Procura di Roma ha avviato un’indagine. Sul banco degli imputati la “cyber gang” LockBit, un gruppo di hacker che alcuni ritengono operi per la Russia e che è attivo a livello mondiale nelle attività di #ransonware, cioè il virus che limita l’accesso del dispositivo che infetta richiedendo un riscatto per rimuovere la limitazione. Il gruppo, secondo le indiscrezioni circolate, avrebbe chiesto infatti un riscatto di 5 milioni all’Agenzia delle Entrate per rilasciare i dati, e avrebbe minacciato di pubblicarli in rete se non fossero arrivati i soldi.

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Cybersec... riscatto